GRAAL -ARTHUR-EXCALIBUR - PAIX-LIBERTE-AMOUR DIVIN

De Magica Arte Liber Alpha (TransManipolatio

Antico e Mistico Ordine     Osirideo Egizio

L'Antico e Mistico Ordine Osirideo Egizio viene posto sotto l’autorità della Saggezza Ermetica.Ripresentando le linee guida della tradizione esoterica in chiave moderna. Noi siamo quelli della Legge del UNO. Nella Nostra vibrazione le polarità sono armonizzate le complessità semplificate i generi coesistono i paradossi hanno una soluzione. Noi siamo Uno questa La nostra Natura e il Nostro Scopo come L'Occhio che C'è o No nel Triangolo

imagesCA12UCLI.jpg
martedì 3 settembre 2013

De Magica Arte Liber Alpha (TransManipolatio)

 
De Magica Arte Liber Alpha (TransManipolatio)
Appena fuori dalle ultime sfere del cosmo ordinato e tranquillo che conosciamo e che ci
illudiamo sia «il mondo», dove comincia il regno incontrastato degli Altri Dei, esiste una fascia di
spazio in cui regna UMR-AT-TAWIL, la soglia ed il guardiano della soglia. (H.P.Lovercraft)
                                                          
Se ad un tratto della vostra vita, qualcuno di Voi comincia ad affermare di esser un mago credendoci fermamente, probabilmente ; rischierà di svegliarsi un giorno e rendersi conto di esserlo diventato veramente.
Ma proprio in quel momento, si renderà conto di essere nei guai; se non ha capito prima cosa sia realmente la magia, rischiando seriamente di divenire causale inconsapevole, e provocare in se stesso e negli altri problemi difficilmente reversibili.
La magia, ancestralmente veniva chiamata l’Arte;  e questa secondo Noi, è una perfetta denominazione letteraria che esprime al meglio la sua vera Essenza, perché in effetti  non è altro che l’Arte di manipolare simboli ed archetipi , operando cambiamenti e trasformazioni negli stati d’Essere e di Coscienza.
Realmente, ogni forma d’arte dalla scultura, alla musica, dalla retorica alla grammatica, è in grado di apportare cambiamenti nelle persone, e di conseguenza nella società. Così come una dolce melodia può suscitare un cambiamento emotivo in chi la ascolta, un discorso, o un testo letterario, possono scaturire un cambiamento di idee o ideali in coloro che li recepiscono.
Questi cambiamenti possono essere transitori, o persistenti, e se interessano un vasto numero di persone, inevitabilmente influiscono sulla società da esse composta.
Un Grimoire, un libro degli incantesimi,  il cui nome deriva appunto da grammatica, non è altro che un testo elaborato e tecnico di alcune regole per sillabare, operando cambiamenti nella struttura fonetica e grammaticale di una serie di parole o lettere attraverso le quali è possibile agire per manipolare la coscienza e la percezione delle persone.
Nel mondo contemporaneo occidentale, qualsiasi Artista, o scrittore, è quello che più si avvicina all’essere uno sciamano o un mago o uno stregone; purtroppo molti di loro pur rendendosi conto dell’influenza che sovente riescono ad esercitare sul pubblico, restano inconsapevoli della Natura di questi cambiamenti.
      imagesCADU33AE.jpg
                                                    
Secondo Noi, tutte le culture derivano dai Culti che le permeavano anticamente,e all’interno di queste primitive neosocietà, le Arti erano padroneggiate dallo Sciamano, che era responsabile di incanalare tutte le idee e le conoscenze utili alla sopravvivenza nel rito.
Questa concezione nasce dall’idea  che ogni essere vivente o meno fosse dotato di una qualche Essenza con la quale era possibile interagire, questo ha dato vita ai primi culti animistici.
In quei tempi lo Sciamano, o stregone, era solo un intermediario, tra queste forze chiamati spiriti, e la forza del pensiero umano; e la sua posizione nella vita tribale era al servizio della comunità stessa, e non certo solo di una ristretta elite,come invece è avvenuto in seguito con le caste sacerdotali.
In queste società primitive, ogni uomo e donna, aveva il suo ruolo ben preciso, utile alla Vita della comunità,  c’era chi bravo nella caccia procurava carne per tutto il gruppo, chi invece era abile fabbricatore di utensili , ne costruiva per tutti, e così via; in questo contesto lo sciamano che poteva essere sia maschio che femmina svolgeva la sua attività al servizio di tutti senza segreti , si limitava a dispensare informazioni utili alla Comunità.
Come i più Savi potranno ora convenire, le prime società tribali auto costituitesi, funzionavano nella loro estrema semplicità come un perfetto ingranaggio di un orologio, ogni unità individualizzata, secondo le proprie capacità, attitudini e volontà, aveva un ruolo determinato ed utile alla Vita del gruppo, vi era posto per Tutti, anche per quelli che parecchi secoli dopo saranno additati come inutili, folli, pericolosi,e  che verranno emarginati dalla società, o saranno bruciati sui roghi dell’inquisizione Cristiana.
Naturalmente ci riferiamo proprio ai Nostri cari Sciamani, i quali sovente erano,sono e saranno personaggi un po’ fra le nuvole il cui pensiero esula dai meri schemi nei quali l’uomo ha finito per rinchiudere se stesso.
                                           
Questo è solo un altro degli infiniti esempi, che supportano la Nostra Teoria, per la Quale, l’entropia ed il caos universale e sociale aumentano sempre, tanto più si discostano dalla Fonte primaria e primigenia che li ha generati.
E’ inutile che le persone si convincano di essere molto più evolute rispetto alle società primitive perché sono solo più sofisticate, e questo non è sinonimo di migliore, ma solo di più complicato.
Come la Verità  ogni cosa Unica e Pura è semplice ,nella sua Reale Forma ed Essenza, così l’uomo nel suo pensiero, adornato con sofismi, regole, leggi, dogmi e appesantito dalla morale si è discostato dalla forma primordiale semplice e pura complicando e ingarbugliandosi l’esistenza.
Tutto questo ha fatto si che il pensiero Magico, originale e creativo, sia degenerato oggi a tal punto, di essere relegato al solo utilizzo volgare di intrattenimento, o di subdola  forma di manipolazione controllo e assoggettamento, e questa per Noi, è una Vera Tragedia.
Al momento le persone che si stanno servono del Arte, per modellare la nostra cultura sono i pubblicitari e quelli che si servono dei media, non lo fanno certo per solleticare le Coscienze e Risvegliarle dal Lungo sonno in cui sono cadute, ma semplicemente per anestetizzarle a mo di oppiaceo, per sedare le persone e il loro pensiero.
Dalla scatola incantata che hanno inserito in ogni casa, vomitano le loro formule magiche sotto forma di jingle o di ridicoli ritornelli apparentemente privi di senso,  fanno si che milioni di persone abbiano contemporaneamente, inconsapevolmente e persistentemente, gli stessi inutili banali pensieri, sterili e in produttivi.
Sarà certo capitato ai più Scaltri tra Voi, profani o meno, di Notare sovente, persone addormentate ciondolare al volante delle loro automobili assorti in pensieri di nessuna utilità, oppure individui che si dibattono freneticamente in una danza, della quale ignorano la musica e il suonatore, mentre  corrono a destra e a sinistra per comprare oggetti che non vogliono, con soldi guadagnati in un modo che in realtà odiano.
Questi sono solo alcuni degli effetti dei moderni pifferai magici con i quali vi troverete spesso a fare i conti.
        Iside5.jpg
                                                    
Nella magia, c’è una componente linguistica essenziale che la permea, ad esempio la tradizione poetica della magia, avrebbe messo al primo posto tra un mago ed un bardo il bardo.
E questo perché, un mago con un incantesimo può operare dei mutamenti in grado di rovinare, la salute, la mente o l’intera vita di un essere umano; mentre il bardo, con una satira ben fatta, era in grado non solo di distruggere una personalità, cui questa era rivolta, ma distruggerne anche il ricordo nei secoli, coinvolgendo in questo anche le generazioni future che erano collegate con la vittima della Satira.
Quindi imparate che gli individui che padroneggiano la scrittura, sono in grado di manipolare, e devono essere rispettati come i Maghi più Vigorosi, e di questo ne sanno qualcosa, i politici di oggi, e qualsiasi autorità, che come ha fatto la Romana chiesa per secoli cercando di individuare ogni scritto a lei scomodo distruggendolo e additandolo come eretico ; cercano oggi di silenziare, scrittori giornalisti e poeti scomodi attraverso la censura e la repressione.
Purtroppo però, oggi, quasi tutti gli Artisti, hanno scelto di auto ingannarsi accettando il compromesso che offre questo laido gioco, relegando la propria Arte, al servizio dell’intrattenimento o del potere.
Le loro doti artistiche, non sono sfruttate, ne viste come Forze trasformative attraverso le quali poter cambiare un singolo essere umano o la collettività, ma come mezzi di mero intrattenimento.
Quello che questi Signori dal potenziali sprecato non hanno capito, è che , non è il ruolo dell’Artista  quello di dare alle persone ciò che vogliono,  se il pubblico profano sapesse davvero quello che vuole, non sarebbe più pubblico, ma diverrebbe l’Artista.
Quindi il giusto Ruolo degli Artisti, sarebbe come, era un tempo per lo sciamano, dare alle persone ciò di cui hanno bisogno, non quello cui pensano di volere, e questo per Noi, dovrebbe essere il Risveglio della Coscienza: mettere l’Arte al servizio del risveglio degli altri esseri umani, in modo che poi possano decidere da soli ciò di cui hanno bisogno.
E’ probabilmente questa una delle ragione per le quali abbiamo aperto le porte del sapere, custodito dalla Nostra schola, al pubblico, uscendo dopo secoli, dall’ombra in cui ci eravamo ritirati per sfuggire al mondo sempre più marcio corrotto, e meccanicistico.
Per lungo tempo i Saggi del Nostro Ordine hanno discusso, con i Maestri di altre Schole, di tutto il mondo come affrontare la questione, e probabilmente hanno capito che in virtù di quell’entropia, cui parlavamo sopra ed in precedenti articoli,  era inutile aspettare tempi migliori per aprirci al mondo profano.
Così, l’Arcano Sinedrio dei Saggi Reali, ci ha dato la possibilità di aprire questo canale, in questa pagina web, che funga da Faro, per i pochi che desiderino capire davvero e per i pochissimi che siano in grado di comprendere l’Universo per capire Se stessi.
Come in una struttura architettonica, anche il pensiero esoterico, magico, ed occulto ha bisogno di salde fondamenta sulle quali poggiare, e queste fondamenta sono quelle che potrete trovare nei nostri scritti.
Probabilmente ad un occhio poco attento o profano, molte delle tematiche ivi trattate sembreranno dette e ridette in tanti altri libelli o siti internet, ma sono i dettagli come una virgola o l’omissione di una parola, in grado di stravolgere il reale senso di un opera, e sicuramente ad un occhio più attento e allenato ma soprattutto volenteroso di leggere e capire davvero, non passeranno inosservate le Verità ivi celate e la differenza con cui vengono affrontate e spiegate.
Per lo meno, ce lo auguriamo, se solo Uno, dei nostri lettori, avrà capito veramente le nostre Opere, e il messaggio in esse celato, Uno con Noi, non solo E’ ma sempre E’ stato; e ci ripagherà di tutto il tempo e le energie messe in questo progressivo lavoro di divulgazione.
                                                                   Tornando al nostro discorso, come anche detto nell’articolo precedente sulla magia, (De Magica Arte, introduzione) , la sessualità intesa come Eros, e non come Agape, è per Noi il pneumatico Magico per eccellenza, e ci riferiamo, a quel impulso energetico in grado di ispirare poeti, lirici, scultori, musici, quanto qualsiasi azione, o pratica occulta.
Abbiamo detto che vi sono diverse strade da percorre, di cui la più tristemente Nota e utilizzata è quella della Volontà, che però per Noi, risulta essere inadatta, incompleta, troppo lunga e con poco margine di originalità.
Sempre riassumendo quanto detto sino ad Ora, la Via dalla quale aspettarsi maggiori soddisfazioni è quella dell’Immaginazione, una strada certo non facile, soprattutto per menti abituate a ragionare con schemi prefissati  e leggi razionali, ma l’unica a Nostro umile giudizio in grado di aprire Realmente le porte del  possibile ed esulare dalla virtualità, schematizzata mutevole e duale.
L’Arte magica oltre che operare manipolazioni, e cambiamenti su persone , cose e stati d’Essere, e soprattutto in grado di manipolare la Coscienza, ottenebrandola e addormentandola, oppure Risvegliandola, assumendosi però, le responsabilità che questo comporti. Spesso ci siamo resi conto che per molte persone ora mai talmente assuefatte ad essere manovrate come burattini, da trovare difficile e quasi gravoso l’essere liberi, coscienti e pienamente svegli in piena Notte,  arrivano a tal punto da rimpiangere la condizione precedente, in quanto evidentemente è più semplice per certe persone non prendere decisioni e fare quello che altri decidono per loro, anziché rimboccarsi le maniche ed iniziare a camminare sulle proprie gambe.
Questo è un problema che non riguarda solo la Magia o il mondo dell’Occulto, piuttosto riguarda tutta la razza umana, finché vi saranno pecore volenterose da condurre al pascolo, i pastori e i loro cani si daranno un gran da fare; ma se le pecore iniziassero ad esser qualcos’altro, e si staccassero dal branco, non seguendo più ne il gregge ne il pastore  tanto meno i latrati sguaiati dei suoi cani, dopo qualche imprecazione, e scoppio d’ira, questi pastori padroni, si cambierebbero di abito, e si metterebbero a zappare la terra per sopravvivere.
Quello che cerchiamo di dirvi è che finché molti si faranno sottomettere di buon grado da pochi, questi altrettanto allegramente li sottometteranno. Essere Liberi comporta una gran dose di Responsabilità, determinazione e autocontrollo, poter decidere delle proprie azioni vuol dire anche assumersi le responsabilità, oneri e doveri che queste comportano.
E questo vale tanto per la Vita quotidiana, tanto per la Magia o le pratiche occulte, potete scegliere se seguire ad occhi chiusi un qualche Guru, pseudo maestro, sacerdote, ecc, affidandovi inconsapevolmente alle sue volontà aspettando che egli vi illumini con il suo sapere in cambio dei vostri averi e della vostra energia psichica per finalità note solo a Lui o Lei. Oppure potete scegliere di intraprendere una via di ricerca personale, dapprima da soli, poi magari consultando altre persone che hanno il vostro interesse confrontandovi insieme, consapevolmente potrete illuminarvi a vicenda, e magari decidere un giorno di intraprendere qualche azione collettiva ove non c’è uno che guida e tanti che seguono, ma dove Tanti sono UNO, e insieme Guidano e Seguono.
Vi sono oggi possibilità che cento anni fa erano riservate a pochi, davvero alla portata di Tutti, ovviamente questa apertura ha dato visibilità anche a molti cialtroni, mistificatori, abili maestri del raggiro, ma questo era inevitabile nell’Era della Comunicazione. Perciò da una parte avete maggiore materiale a disposizione, ma tra questo  mare di informazione dovete stare attenti nella scelta.
                                                                         
Il nostro consiglio è sempre quello di seguire il proprio Intuito, perché ogni scoperta è solo una riscoperta di ciò che innato risiede in ciascuno di Voi, quindi pesate ogni informazione con la Bilancia del Cuore.
Essenziale per un minor condizionamento , prima di intraprendere qualsiasi ricerca, o praticare l’Arte, è lo scrollarsi di dosso  qualsiasi moralismo, ipocrisia, fallacie dicotomia , ogni dogmatismo e ogni nozionismo appreso durante la vostra educazione profana o religiosa.
Dovete venire nudi al tempio della Conoscenza, perché se già avete la testa piena di nozioni errate farete solo un  guazzabuglio dei peggiori, che non solo non vi condurrà da nessuna parte ma vi darà l’ennesima illusione che l’unica via percorribile è quella della non essenza che avete intrapreso sino ad oggi.
Quindi cari pellegrini per conoscere l’Infinito occorre che conosciate prima Voi stessi, per conoscere Voi stessi Realmente, dovete scrollarvi di dosso tutti i falsi insegnamenti del mondo duale e illusorio, perché di quello fanno parte e in quello vanno momentaneamente lasciati; quando si lavora con ciò che è Unico ed Immutabile il cui solo limite è l’Immaginazione bisogna come diceva Socrate Sapere di Non sapere.
Per concludere questa seconda parte del De Magica Arte, vi affidiamo una lista di quelli che sono per Noi, i punti chiave per praticare e comprendere correttamente l’Arte, non sono in ordine di importanza, ne di altro, lasciamo a Voi, il gusto e la responsabilità di ampliare, correggere e riformulare secondo la vostra esperienza e Coscienza questa lista.
 
-Non esiste differenza tra Magia Bianca e Nera, se non l’ipocrisia e l’inadeguatezza di chi praticandola ancora schiavo di falsi moralismi, ha bisogno di giustificare le sue azioni agli occhi di altri o di quello che crede essere Se stesso.
-Tutte le operazioni intraprese andranno a buon fine per mezzo della tua propria irradiazione.
-Ama il tuo prossimo come te stesso e tutti i poteri ti arriveranno. Potrai così usare di questi poteri senza         timori o rischi se ami veramente il tuo prossimo come te stesso.
 -Se non regni, per e secondo il cuore, non potrai regnare che per o per mezzo dell’impostura.
-Non riuscirai mai nel creare, respingere, attirare o portare all’esterno se non l’avrai già saputo fare all’interno di te stesso.
-Tutto ti viene dall’invisibile e lì ritorna. Per tanto quando si opera in ciò che è Reale (Unico ed immutabile) non può esservi la dualità.
- Non puoi conoscere o disporre di una cosa o di un essere se in te non c’è qualcosa di simile a quest’essere o a questa cosa.
-Non bisogna mai colpire, ma sempre procedere con leggerezza, con dolcezza e avvolgimento. Insinuare, suggerire, impregnare, progressivamente, a passo felpato. Tutto è perduto o quasi, se si suscita una reazione.
-Non si combina mai nulla di buono in stato di contrazione, di impazienza, di nervosismo o di collera. La calma è una necessità primordiale. Armonia e serenità sono delle garanzie di successo. Felicità, amore e gioia ne sono la certezza.
-Il desiderio affila, porta, affina, nutre, anima, densifica, intensifica, e rende l’immaginazione incisiva, dominatrice e trionfante.
-Gli stati emozionali, affettivi, mentali e psichici si trasmettono da se stessi, più o meno facilmente e velocemente, senza che mai lo impedisca la distanza, per semplice irradiamento o emanazione, tenuto conto di un certo numero di fattori, come: intensità, potenza, durata e percussione dell’emissione;  ricettività generale o particolare del soggetto considerato;  affinità, sintonie, simpatie, corrispondenze organiche o funzionali dell’emettitore e del recettore o, al contrario: opposizioni, irriducibilità ecc.
-Ogni forza e potere risiede nel vuoto dove ogni cosa deve primieramente essere realizzata, prima di nascere nello spazio e nel tempo.
                                                          -Modella il tuo essere in forma di una lampada armoniosa. La fiamma vi discende da sola dal cielo.
-Né il tempo né lo spazio hanno importanza. Tuttavia è meglio orientarsi spazialmente nella direzione del soggetto che si vuole raggiungere e non emettere o lanciare niente che non sia “al presente”. Pensare al passato, è guardare un morto. Pensare al futuro, è pensare un essere che non è ancora nato. L’azione si estrinseca nell’immediato o non si effettua affatto.
-Un operatore dotato - se tale si considera - acquisisce rapidamente (nel giro di qualche mese) abbastanza sensibilità da sentire se “si aggancia”, se entra realmente in contatto col suo soggetto e se lo influenza per davvero. In seguito - se non devia e si conduce bene - può misurare la propria azione e, di conseguenza, dosarla, rettificarla, assottigliarla, renderla più efficace, profonda e duratura.
-Nulla nasce senza una matrice. Di ciò che brami, desideri o vuoi, di conseguenza, fabbrica degli stampi vuoti, e lascia fare alla natura. Essa li riempirà. Il positivo non è mai sorto dal negativo, il pieno dal vuoto. Dov’è che si forma il nascituro? In una cavità virtuale.
-L’operatore deve considerarsi, nei riguardi del suo soggetto, come muoventesi attorno ad una persona avvolta da un sonno leggero e dirsi che, se si sveglia, ci sono buoni motivi a che l’incantesimo si rompe.
-La maggior parte degli operatori commette l’errore mostruoso di comportarsi come se il loro soggetto avesse gli stessi sentimenti, gli stessi desideri e la stessa psicologia di se medesimo. Come, in tali condizioni, non rischiare di inciampare sulla soglia? Se il soggetto è gatto, è da gatto che bisogna trattarlo, a seconda e in funzione del carattere che hanno i gatti. Del pari se è passero, cane o porcellino.
- Se vuoi turbare, devi turbarti. Se vuoi che ti si ami, ama. Non si riceve in azioni e ascendenza che in similarità. Una cosa attira o crea il suo stesso corrispettivo.
-La tua volontà non agisce se non è incanalata nella volontà di Dio, o associata ad essa, rapita da essa, o in essa fusa. In tutti gli altri casi puoi ben considerarla inefficace e inutilizzabile. E’ una falsa leva che ti affannerai invano di muovere. E’ il pensiero che agisce, soprattutto nella sua forma immaginativa. Se tu sai pensare i tuoi pensieri, essi penseranno per te, si uniranno, alleeranno, raddoppieranno, caricheranno, moltiplicheranno e lavoreranno al punto che ciò che avrai pensato succederà infallibilmente.
-Se formuli il tuo desiderio, fallo articolando e vibrando con la gola, con il pensiero e con tutto il resto del corpo. Nella gola risiede ciò che, nell’uomo, corrisponde ai misteri del Verbo, ai segreti e alle feconde coniugazioni dello spirito, del mentale e della carne, ed è dalla gola che si unificano, concentrano e accordano, per produrre, le vibrazioni suscettibili di fruttificare.
-Porteresti una bomba di cannone fin sull’obiettivo a spalle? La si spara. Così pure bisogna fare per la “fattura”. E precisione, rapidità, sicurezza ed efficacia derivano dalla potenza stessa della percussione, la migliore essendo quella che si effettua nel tempo più breve. Una frazione di secondo è sufficiente. Un intero secondo è troppo, troppo davvero, a meno che non si tratti di percussioni consecutive, ben ritmate, singole e nette, ben “aguzze”.
-Se la “fattura” non agisce, o agisce poco, “appoggiatela sul respiro” e spingete dolcemente il respiro verso il soggetto, in modo che questo lo colpisca successivamente in diversi punti del corpo e poi lo avviluppi interamente.
 -Potete in tal modo creare, per visualizzazione o sensazione interiore, un circolo del respiro che va da voi al soggetto poi vi ritorna e di nuovo riparte verso di lui, regolarmente e ritmicamente, armoniosamente, senza scosse, come uno zefiro gradevole che potrete, se lo intuite o credete utile, animare di una pulsione ogni volta di più intensa e cadenzata.
-Al posto di (immaginare di) vedere e toccare questa o quella parte del corpo, potete ugualmente - soprattutto se si tratta di una trasmissione elevata e pura - concentrarvi sopra la testa, nel punto in cui i pittori ecclesiastici hanno convenuto di raffigurare l’Angelo custode.
-Se volete aiutare qualcuno a trarsi d’impaccio o da una malattia, a correggersi da un difetto o a liberarsi da un’unione sfortunata o che voi giudicate tale, non pensate all’impedimento o alla malattia, ancor meno al difetto o al coniuge ma unicamente a trasmettere salute, gioia o pace.
-Se  avete la sensazione che le vostre onde di pensiero non raggiungono il soggetto o che questo è indifferente, chiamatelo di fronte a voi, come chiamereste per strada un amico che non vi ha visto, o scrollatelo gentilmente su una spalla, o soffiategli sugli occhi come fanno gli ipnotizzatori per svegliare gli addormentati.
- Non dimentichiamoci mai che la “fattura”, se non raggiunge il suo scopo e non sortisce l’effetto desiderato, torna all’emettitore e agisce su di lui, nel modo in cui avrebbe voluto che avesse agito sul soggetto. E’ il “colpo di ritorno”? Si e no, dipende dalle circostanze. Se si tratta di una “fattura” effettuata per amore e che è fallita, c’è ritorno, almeno all’inizio, ma senza contraccolpo. Ritorno puro e semplice all’emettitore, ma con obbligo per quest’ultimo di gustarsi personalmente la propria merce! Tanto peggio per lui se non è di sentimenti schietti e leali. Tanto peggio per lui se ha abusivamente desiderato i vantaggi di un’ amore di cui sarebbe il solo, in definitiva, a sostenerne il peso e le responsabilità. Che questo peso divenga troppo pesante e che lui se ne liberi con il suicidio, potrebbe succedere. In questo caso c’è il “colpo”. Ora, quando arriva in ritardo, un “colpo” può essere anche più forte... Se si tratta di una “fattura a morte” le cose, al principio ben inteso, non vanno più lentamente. Si verifica che la deflagrazione riflessa è immediata e si verifica nell’istante stesso della prima proiezione.
                                                                             
-Quanto ai mezzi di protezione contro il “colpo di ritorno”, bisogna parlarne al singolare. Non ce ne è che uno, ma garantito: non fare altro che delle “fatture” ben fatte.
-Ci sono mezzi di protezione contro le “fatture”? Certamente. Sono molto numerosi quei bottegai dell’occultismo che mettono in vendita ogni specie e sorta di pentacoli, talismani e sacchetti di alta malizia, paraphernalia, polveri di Perlimpinpina, specificamente adattati al caso e ai portafogli di vecchie folli e di giovani deliranti. Invero, non ce ne è che uno di infallibile - qui bisogna ancora parlare al singolare - che sta in una frase, eccola: “sforzarsi di salire”. Poiché coloro che si trovano al di sopra di ciò che è lanciato e di chi lancia o che, semplicemente, si sforzano di sorpassarsi, non vengono mai colpiti - se non da delle ottime “fatture”. Essi vengono presi in custodia, protetti e difesi.
-Quando desiderate una cosa, pensate di averla ricevuta e l’avrete per davvero.
-Che ti sia dato secondo la tua fede in Te stesso e nella pratica.
- Entra in te stesso. Trova la scaturigine. Prima del tuo respiro. Nel segreto del tuo cuore. Là risiedono tutti i segreti del potere.
-Sii. Conosci te stesso. In essenza però. Trova e libera il tuo essere profondo, colui che è fatto di eternità.
-Chi conosce la risolutezza non muore più e ha potere su tutti gli esseri e le cose del cielo e della terra.
-Tutto scaturisce dall’Uno, diramandosi in una piramide numerica e fenomenica.
-Gli dei, vecchi e nuovi esistono e sono Vivi o Morti solo nella Tua mente.
-L’universo è una creazione mentale del Tutto, in cui Tutto è Mente.
-Comprendi i poteri della mente, e i fenomeno mirabili e meravigliosi saranno  per te semplici e chiari.
-Nulla è sconosciuto all’uomo che non conosca la sua propria mano. Poiché l’uomo non possiede le idee, i pensieri, i fluidi e le forze, e, per loro mezzo, gli animali, gli angeli, i demoni, le bestie, gli altri uomini e le cose, se non come maneggia l’argilla con le dita per farne dei vasi o delle tazze.
-Tieni un diario sul quale annotare conquiste e insuccessi (Grimoire). Aggiornalo con regolarità, ti aiuterà a formarti un personale modus operandi, a far tesoro degli errori. Se non vuoi essere esplicito, creati un personale linguaggio simbolico, ti servirà per comprendere meglio il simbolo e l’archetipo in generale.
-Non hai bisogno di Altro se non di quello che già possiedi.
-Non temere il giudizio di Nessuno.
                                                                               
Concludiamo qui, il secondo capitolo del nostro De Magica Arte, con il quale ci apprestiamo a divulgare le corretti basi di quella che per Noi è L’Arte delle Arti. I prossimi capitoli affronteranno, la magia Egizia in ogni suo aspetto, la magia cerimoniale, quella psichica. termineremo con quello con cui abbiamo iniziato, ovvero le pratiche della magia sessuale per eccellenza, analizzando diverse tecniche tantriche ed orientali in grado di perfezionare e completare la conoscenza basilare su ciò che può Essere la Magia.
I F.^. e le S.^. dell’Antico e Mistico Ordine Osirideo Egizio. Le S °.° e i F°.° del Nerae Rosae et Auare Teneabrae. (Nerae Rosae et Argentum Trianguli)
 
Posti sempre al Grande Oriente Ermetico Egizio. Con l’approvazione del’Arcano Sinedrio dei Saggi. Con la Protezione e Triplice Benedizione di Chi occhio profano non Vede ma il Cui Occhio Tutto Vede.
 A.°.G.°.D.°.U.°.     A^A  .^. M.B.           Zenith di Roma Templi Universi          Est in Amore.
                                                   Haum- Ha!  Hastur Ha'Ulur Om - Phat!                                   


04/09/2013
0 Poster un commentaire

A découvrir aussi


Inscrivez-vous au blog

Soyez prévenu par email des prochaines mises à jour

Rejoignez les 155 autres membres